Indice di resa cromatica (CRI)

Un indice di resa cromatica (CRI) è una misura quantitativa della capacità di una sorgente luminosa di rivelare fedelmente i colori di vari oggetti rispetto a una sorgente di luce ideale o naturale. Le sorgenti luminose con un CRI elevato sono desiderabili in applicazioni critiche per il colore come l'assistenza neonatale e il restauro artistico.

Resa cromatica: effetto di un illuminante sull'aspetto del colore degli oggetti mediante confronto conscio o subconscio con il loro aspetto del colore sotto un illuminante di riferimento.

Numericamente, il valore CIE Ra più alto possibile è 100 e sarebbe dato solo a una sorgente il cui spettro è identico allo spettro della luce diurna, molto vicino a quello di un corpo nero (le lampade ad incandescenza sono effettivamente corpi neri), scendendo a valori negativi per alcune sorgenti luminose. L'illuminazione al sodio a bassa pressione ha un CRI negativo; le luci fluorescenti vanno da circa 50 per i tipi base, fino a circa 98 per il miglior tipo multifosforo. I tipici LED di colore bianco hanno un CRI di 80 o più, mentre alcuni produttori affermano che i loro LED raggiungono un CRI fino a 98.