Il lume (simbolo: lm)

Il lumen (simbolo: lm) è l'unità SI derivata del flusso luminoso, una misura della quantità totale di luce visibile emessa da una sorgente per unità di tempo. Il flusso luminoso differisce dalla potenza (flusso radiante) in quanto il flusso radiante include tutte le onde elettromagnetiche emesse, mentre il flusso luminoso è ponderato secondo un modello (una "funzione di luminosità") della sensibilità dell'occhio umano alle varie lunghezze d'onda. Un lux è un lumen per metro quadrato.

Se una sorgente luminosa emette una candela di intensità luminosa uniformemente attraverso un angolo solido di uno steradiante, il flusso luminoso totale emesso in quell'angolo è un lumen (1 cd·1 sr = 1 lm). In alternativa, una sorgente luminosa isotropica a una candela emette un flusso luminoso totale di esattamente 4π lumen. Se la sorgente fosse parzialmente coperta da un emisfero assorbente ideale, quel sistema irradierebbe metà del flusso luminoso, solo 2π lumen. L'intensità luminosa sarebbe ancora una candela in quelle direzioni che non sono oscurate.

Il lumen può essere pensato casualmente come una misura della quantità totale di luce visibile in un raggio o angolo definito, o emessa da una sorgente. Il numero di candele o lumen da una sorgente dipende anche dal suo spettro, attraverso la risposta nominale dell'occhio umano come rappresentato nella funzione di luminosità.

La differenza tra le unità lumen e lux è che il lux tiene conto dell'area su cui si diffonde il flusso luminoso. Un flusso di 1000 lumen, concentrato in un'area di un metro quadrato, illumina quel metro quadrato con un illuminamento di 1000 lux. Gli stessi 1000 lumen, distribuiti su dieci metri quadrati, producono un illuminamento dimmer di soli 100 lux.